Abbiamo 14 visitatori e nessun utente online

"Ogni cosa che puoi immaginare la natura l'ha già creata" (Albert Einstein)
"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi" ( Voltaire)
"Il mezzo può essere paragonato a un seme, il fine a un albero; e tra mezzo e fine vi è esattamente lo stesso inviolabile nesso che c'è tra seme e albero" (Gandhi)

Secondaria agro-alimentare


Programma educazione agroalimentare

PERCORSO DEDICATO ALLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

Negli ultimi anni si è assistito ad un progressivo cambiamento del comportamento e dello stile di vita dell’uomo. Lo stesso concetto di cultura alimentare si è modificato radicalmente. Risulta sempre più difficile mangiare alimenti freschi, non elaborati e assumere fibre e on si distingue più la stagionalità delle produzioni.

Con questo progetto si vuole portare i ragazzi ad uno stile alimentare corretto e, attraverso il rapporto con il cibo, affrontare tematiche più vaste quali la sostenibilità delle filiere agro-alimentari. Si intende inoltre trasmettere le tradizioni sia culinarie che agricole del proprio territorio (anche confrontandole con cibi stranieri che spesso i ragazzi si trovano a conoscere grazie alla presenza di immigrati nelle proprie classi o di ristoranti stranieri nelle nostre città).

L’intento è quello di sensibilizzare i giovani e soprattutto di renderli dei consumatori consapevoli perché è proprio in questa età che si formano abitudini di alimentazione e di sensibilità che si seguiranno per tutta la vita. Consapevolezza delle conseguenze delle proprie azioni in rapporto all’ambiente significa sapere che ogni alimento ha una “storia” fatta di interazioni con gli ecosistemi e con i diversi comparti ambientali, fatta di energia e di materie prime consumate per produrre, elaborare, imballare, trasportare e distribuire quell’alimento, e ancora per consumarlo, dando origine a materie secondarie e rifiuti. Conoscere l’origine degli alimenti che troviamo ogni giorno sulle nostre tavole diventa, pertanto, fondamentale per acquisire una mentalità responsabile, capace di osservare e capire il sistema di relazioni esistenti tra l’uomo, il territorio, la salute e la salvaguardia dell’ambiente.

Articolazione del percorso:

Qui di seguito descriviamo i possibili incontri del percorso che approfondiremo nel territorio in base alle esigenze del programma scolastico e dei docenti delle classi aderenti.

Mode alimentari

Attraverso questionari e interviste i ragazzi raccoglieranno dati utili per poter confrontare i gusti alimentari e le abitudini familiari con quelle del passato e rifletteranno sulle mode alimentari dei giovani di oggi attraverso sondaggi, curiosità e statistiche. Dalle mode del passato alle produzioni attuali, scopriranno i prodotti tipici del proprio territorio.

Dalla rielaborazione dei dati raccolti individueranno i nuclei di riflessione che diventeranno il primo approccio motivazionale del percorso proposto.

Il mondo agricolo

Dall’analisi del mondo agricolo di oggi e della storia evolutiva e culturale del mondo contadino, i ragazzi saranno portati alla scoperta delle coltivazioni tradizionali che costituiscono parte di una biodiversità da tutelare.

Dalla tavola…al campo!

A partire da un alimento tradizionale del proprio territorio scelto insieme i ragazzi saranno guidati ad analizzare i principali alimenti alla base della nostra alimentazione scoprendo l’origine ed il percorso che gli stessi effettuano prima di arrivare sulle nostre tavole nella veste dei prodotti che mangiamo. Attraverso attività ludiche e interattive, analizzeremo quindi la filiera di uno degli “ingredienti” che compongono il prodotto tipico scelto. Partendo da tale analisi, il bambino scoprirà dapprima le materie prime che compongono l’alimento esaminato, i processi produttivi e di approvvigionamento a cui è legato.

Dimmi la verità, soltanto la verità

I ragazzi verranno guidati, attraverso giochi di simulazione e attività interattive, a scoprire cosa si nasconde dietro gli acquisti degli alimenti di tutti i giorni: le etichette (con ingredienti, additivi e conservanti, marchi di qualità e di tutela, ecc.). Impareranno a conoscere la funzione dell’etichetta e dell’imballaggio di un prodotto alimentare e saranno guidati nell’imparare a leggere un’etichetta: storia, indicazioni obbligatorie e facoltative, simboli, grafica.

I marchi e i simboli che si trovano sugli alimenti che compriamo non saranno quindi più un mistero, ma qualcosa di importante da osservare per sapere cosa mangiamo e diventare consumatori consapevoli e attenti.

Consumo, ergo sum

Attraverso un gioco di simulazione della spesa, i ragazzi saranno accompagnati a riflettere sull’impatto che le nostre azioni e scelte quotidiane hanno sul nostro Pianeta, in particolare con riferimento alla filiera corta (problematica food miles, ossia la distanza di viaggio che compie il prodotto che arriva sulla nostra tavola da luogo di realizzazione), agli imballaggi degli alimenti che acquistiamo (di cui analizzeranno gli scopi e gli effetti sull’ambiente), alle produzioni biologiche e ai prodotti equosolidali.

Saranno infine guidati ad elaborare delle vere e proprie linee guida e buone pratiche per il “consumatore consapevole”.

Uno spot per l’alimentazione consapevole

I ragazzi verranno sensibilizzare alle problematiche relative all’informazione e alla tutela dei consumatori e guidati alla scoperta delle tecniche della grande distribuzione e dei messaggipubblicitari del mondo dei prodotti alimentari. A partire dalla rielaborazione delle esperienze vissute dai bambini durante il percorso, realizzeremo insieme un messaggio promozionale (slogan o spot pubblicitario) sull’alimentazione corretta e sostenibile attraverso l’utilizzo e la sperimentazione dell’immagine, dei suoni e delle parole.

Il paesaggio ieri, oggi e domani... dove c'era un campo, ora c'è il bosco e ci sarà forse una distesa di lamponi e zafferano

“La storia dell'uomo è la storia dell'agricoltura” (cit. Segre). L'uomo agricoltore ha cambiato “faccia” al territorio in cui ha vissuto, in ogni epoca. Ha creato nuove tipologie di ambienti in cui alcuni animali si sono specializzati a vivere. Riferendoci al nostro territorio seguiamone i cambiamenti negli ultimi 100 anni partendo dall'avvicendarsi del tipo di coltivazioni e di allevamenti. Di conseguenza scopriamo come si è evoluta la popolazione animale e l'estensione dei boschi e dei prati nel tempo. E la previsione di quello che sarà il prossimo futuro. Un viaggio nel tempo accompagnati da immagini, suoni e le piante 'in foglie e semi' a ricreare tre diverse 'atmosfere' (col supporto di fotografie ed animazioni).

Tutti giù per terra! L'orto biologico in cassetta

I ragazzi potranno sperimentare cosa significa coltivare dei prodotti orto-frutticoli, come costruire un orto in cassetta (utilizzando materiali di recupero) e come prendersi cura delle piante coltivate.
Attraverso attività interattive potranno approfondire come funziona una pianta dal seme al frutto, quali sono le stagioni migliori per coltivare i vari tipi di piante e come sia meglio rispettare i tempi naturali. Quindi, a partire dall’esperienza pratica vissuta comprenderanno come possiamo facilmente ottenere prodotti a chilometro zero, oltre a riflettere sull’impatto che le nostre azioni e scelte quotidiane hanno sul nostro Pianeta, in particolare con riferimento alla filiera corta e all’agricoltura biologica.

L’esperienza dell’orto potrà essere svolta anche direttamente sul terreno nel caso la scuola abbia uno spazio da dedicarvi.

Ragazzi in campo

Poiché l’esperienza diretta sul campo, a stretto contatto con il territorio e i suoi attori, è fondamentale in questo processo educativo, proponiamo visite nel territorio e presso produttori locali.

-  Uscite nel territorio alla scoperta dell’ambiente agricolo, degli ambienti delle famiglie contadine di ieri e delle attività agricole di oggi attraverso l’esplorazione dei luoghi e dell’ambiente agricolo intorno alla propria città ed attività ludico-didattiche.

-  Uscite nel territorio presso produttori locali di prodotti agricoli (eventualmente biologico) e caseari, fattorie didattiche, ecc. alla scoperta sul campo di come nascono alcuni degli alimenti che consumiamo e di come ci si deve prendere cura di essi durante il loro ciclo di vita (potranno essere realizzate esperienze di orticultura, raccolta dei prodotti agricoli, laboratori di autoproduzione di prodotti alimentari).

Associazione Battito d'Ali - via Gaggio 53, 22070 Senna Comasco (CO) - C.F. 90026780131 P.Iva 03124710132
Eccetto dove diversamente specificato, i contenuti di questo sito sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons 3.0 Italia.

Privacy Policy